News-111 Magika Pallacanestro Castel San Pietro - Magika Pallacanestro Castel San Pietro Terme

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
15 marzo 2016

UNDER13, PICCOLE MAGHETTE CRESCONO!

Le 2003 della Magika stanno per iniziare la seconda fase del campionato, dopo aver chiuso la prima con 14 vittorie in 14 partite


Piccole maghette crescono, “bene e vincendo”, possiamo aggiungere. Mercoledì 16 marzo le Under13 inizieranno la seconda fase del campionato dopo aver terminato la prima da imbattute, con 14 vittorie su 14 gare disputate. Un gruppo che unisce tanto potenziale ad una passione enorme per la pallacanestro, che sta crescendo bene e raccogliendo successi. Mirtillo, che le allena da quest’anno, ci ha raccontato un po’ di aspetti di questo gruppo, in attesa di riprendere con le partite.

POTENZIALE
“Questo è il primo anno che le alleno ma sapevo già da prima di avere in palestra un gruppo con del potenziale, con quasi tutte le ragazze che giocano già da almeno tre anni,” racconta Mirtillo, Andrea Martinelli, il coach del gruppo Under13 e 14, oltre ad essere assistente allenatore con l'A2. L’Under13 è un gruppo che già la stagione scorsa disputava il campionato under13 e buona parte del gruppo quest’anno gioca anche il campionato Under14, a rotazione. E’ un gruppo che lavora per esprimere questo potenziale, allenandosi quattro volte a settimana, e come riconosce Mirtillo, “fin qui è andata bene. Ora aspettiamo la seconda fase. Insieme a noi dal nostro girone è passata Rimini e forse proprio contro Rimini giocammo la miglior gara per qualità."

PARTIAMO DALLA DIFESA
Mirtillo lo dice senza giri di parole, “il nostro punto di forza è la difesa.” Chiarissimo. E aggiunge: “Proviamo a giocare con i principi che Paolo ha dettato per tutto il settore giovanile Magika, con i dovuto aggiustamenti legati all’età. Sono i principi difensivi di Sito Alonso (coach di Bilbao che un gruppo di allenatori Magika formato da Paolo Seletti, Andrea Martinelli, Cristian Franceschi e Gastone Marchesi ascoltò e conobbe al bellissimo Clinic Internazionale Giovanni Papini dello scorso giugno a Trento). Inoltre applichiamo alcuni principi base del triangolo, che in forma più ampia utilizziamo anche con la prima squadra. Abbiamo la grande fortuna di lavorare con Cristian per il lavoro fisico, ma va detto che le ragazze sono brave, sono sempre in palestra, davvero assidue nell’allenamento. Il mattoncino più importante è quello che mettono loro.”

TUTTE DA CASTEL SAN PIETRO
Il gruppo è interamente castellano, una cosa unica per certi versi. L’unica eccezione è rappresentata da una new entry di quest’anno, Sofia Roccato, a cui bastò un primo allenamento di prova per decidere che voleva giocare con la Magika. Anche con le piccole… it’s a kind of Magika…



PERSONALITA’ E PASSIONE PER LA PALLACANESTRO
Un altro punto di forza di questo gruppo è senza dubbio rappresentato dalla personalità. “Le ragazze sono al centro del progetto e condividiamo insieme tutte le scelte,” racconta Mirtillo. “Mi piace che passi questo messaggio, devono essere padrone di ciò che accade in campo. Ogni scelta tecnica viene spiegata, ma se in partita notano qualcosa lascio spazio a loro. In alcuni elementi questo gruppo ha una personalità devastante. Per esempio Maria Silvia Rubbi ha grande personalità, è molto intelligente in difesa, e capace di fare a volte roaming difensivo. Il capitano del gruppo è Beatrice Nati, ma andrebbero menzionate tutte. Il paragone che mi viene è col gruppo Under13 della Libertas che allenavo con Paolo anni fa, prima della Magika. In quel gruppo c’erano anche Lella (Santucci) e Fede (Franceschelli).

"Alla personalità aggiungono una passione enorme per questo gioco, le due cose sono correlate. Sono loro che a volte in campo si aiutano dicendo ‘vai là che non c’è vantaggio’ oppure ‘vieni in pinch’… Sono sempre in palestra, adorano la pallacanestro e sono super tifose della prima squadra, che seguono anche in trasferta quando possono”. Vero, nelle due trasferte più vicine, a Bologna e a Ferrara, c’era anche un bel gruppo Under13 a tifare le ‘maghette grandi’, stando molto attente alla partita.

La capacità di riconoscere alcune situazioni anche guardando le partite è una cosa abbastanza rara per un gruppo giovane, ma merito va certamente anche a chi le ha allenate in precedenza. Federico Mascagna e Francesca Farnè sono stati i primi istruttori minibasket delle 2003, che poi due anni fa ebbero Paolo Seletti come allenatore, il cui imprinting anche se di un solo anno si vede, ed è un anno che le bimbe ricordano con grande piacere. A quell’anno è seguito un buon lavoro di Mauro Bissacco, e poi infine Mirtillo ha preso le redini questa stagione, portando altre cose.

IN TRASFERTA, DAI COMPITI A STEPHEN CURRY
Non c’è solo basket ma anche tanto ‘folklore’, in particolare durante i viaggi in pulmino. “Si canta,” racconta Mirtillo “e la canzone più gettonata è il coro del Rosenborg, dopo che le ragazze videro il video col coro cantato dai tifosi della Reggiana. Questi viaggi potrebbero essere un reality comico. Le trasferte sono una sorta di Bar Sport, si spazia dai compiti di tedesco a commentare cosa ha fatto Stephen Curry la notte prima, con domande del tipo ‘ma perché se Steph Curry fa palleggio-arresto-e-tiro da tre punti in contropiede va bene e se lo faccio io tu ti incavoli?’ La mia risposta di solito è ‘tu non sei Steph Curry’, al che Roccato se ne esce con un ‘uffa, non è giusto’.

“Chiara Caprara, detta ‘Nonna’, ha spesso perle di saggezza. Margherita Curti, se si accorge di non esser sveglia confessa ‘Sono ancora a Curtilandia, non farmi partire in quintetto’. Ma tutte si amalgamo benissimo e si incastrano tra loro come pezzi di un puzzle. E’ fantastico il supporto dei genitori che ci seguono dappertutto in modo positivo. Anche le 2002 sono sempre presenti alle partite Under13. Una menzione speciale infine per nonno Giovanni, il nonno della squadra, e di Chiara Caprara nello specifico.

SELEZIONE REGIONALE
Ben sei ragazze del gruppo sono state chiamate per la Selezione Regionale dalla FIP Emilia Romagna. Si tratta di Chiara Caprara, Margherita Curti, Beatrice Nati, Sofia Roccato, Maria Silvia Rubbi e Giulia Strada. Una bella soddisfazione, sia per le maghette che per la Magika!

3 CONTRO 3
Dopo aver stravinto la fase provinciale del torneo 3contro3, con una squadra vincitrice ed imbattuta denominata Magika Curry e un’altra che chiuse al terzo, denominata Magika Bryant, le campionesse provinciali hanno finito al terzo posto regionale a Rimini. Non andremo alla fase nazionale, ma complimenti magici lo stesso!



...ORA VIENE IL BELLO!
Mercoledì 16 marzo ci sarà la prima partita della seconda fase. La Magika giocherà contro I Giullari del Castello (Reggio Emilia) al PalaFerrari di Castel San Pietro Terme, palla a due alle 18.20. Le altre squadre che verranno affrontate saranno Francesco Francia Zola Predosa, Cavezzo e Valtarese. La Magika parte già con 2 vittorie, forte dei successi su Rimini nella prima fase. Alla fine di questa fase a sei squadre ci sarà la finale secca tra le prime due classificate.

“Affronteremo la seconda fase con lo stesso atteggiamento avuto finora, stesso modo di stare in campo," chiude Mirtillo, "anche nelle partite difficili, questa squadra ha la grande capacità di mettersi nei guai ma anche di tirarsene fuori, senza arrendersi mai. Sia sul +20 o -20 (con le Under14) si buttano sui palloni vaganti. Questa forse è la cosa che adoro di più.”


 
Torna ai contenuti | Torna al menu