News-118 Magika Pallacanestro Castel San Pietro - Magika Pallacanestro Castel San Pietro Terme

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
26 marzo 2016

MAGIKA ANCORA TERZA NONOSTANTE IL KO CONTRO ARIANO IRPINO
La Magika con diversi acciacchi ed infortuni cade in casa contro Ariano Irpino. Obiettivo tenere il terzo posto e recuperare al meglio per i playoff.

Si sapeva non sarebbe stata una partita facile quella di mercoledì sera. Ariano Irpino sta lottando per conquistare un posto nei playoff e ha giocato una partita di carattere per centrare quest’obiettivo. La Magika ha giocato alla pari in sostanza per quasi tre quarti di gara, cedendo nel finale del terzo quarto ed in particolare nel quarto periodo alla squadra irpina. Non era facile anche per le condizioni fisiche delle giocatrici castellane, prive di Santucci e Pieropan, e con altre giocatrici in condizioni e minutaggi non ottimali. Importante però lo spazio che hanno avuto le giovanissime della Magika, con ben quattro Under18 in campo per oltre 20 minuti ciascuna. Un dato importante di crescita e fiducia, dopo le ultime buone prestazioni, che potrà tornare utile nel prossimo futuro. Ora la Magika è ancora terza, a pari punti con Palermo e Progresso Bologna, un terzo posto che sentiamo ancora nostro e resta il nostro obiettivo insieme a quello di arrivare ai playoff nelle migliori condizioni possibili.



LA PARTITA

Magika Castel San Pietro Terme - Le Farine Magiche Ariano Irpino 41-55 (parziali: 8-16, 14-11, 9-11, 10-19)

Magika: Zampiga 2, Gianolla 7, Venturi 2, Michelini, Capucci 2, Melandri 4, Franceschelli 6, Brunetti 10, Pazzaglia 6, Furlani, Zarfaoui 2. All. Seletti.

Ariano Irpino: Paparo 3, Valerio 9, Santabarbara, Falanga ne, Guerri, Albanese 2, Maggi 9, Cupido 16, Celmina 8, Zanetti 8, De Michele ne. All.Ferazzoli.

Regge per due quarti e mezzo la Magika nella sfida infrasettimanale in casa contro Ariano Irpino. La gara è in equilibrio nel primo tempo con parziali di entrambe le squadre, poi recuperati. Nel secondo tempo si accorciano le rotazioni per Coach Seletti, scelta dovuta ai minutaggi limitati di alcune giocatrici per via di condizioni fisiche precarie. C’è tanto spazio per le Under18 che reggono bene il campo in alcuni frangenti e mostrano buone cose (un canestro di Francesca Venturi in palleggio arresto e tiro dalla lunetta è stato forse il più bello della gara della Magika). Dal piccolo vantaggio ad inizio terzo quarto la Magika subisce poi il rientro di Ariano Irpino, che da metà terzo periodo a fine gara allunga progressivamente fino al +14 finale, 41-55. Brave le giocatrici irpine nonostante le uscite per raggiunto limite di falli di Albanese e Zanetti, con un’instancabile Rosa Cupido in campo per 40 minuti, mvp del match.

IL COMMENTO DI PAOLO SELETTI

“Partita in equilibrio per tre quarti. Abbiamo tentato una fuga nel primo quarto, ma ci è stata respinta da Ariano, poi con alcuni canestri di Brunetti abbiamo abbiamo ricucito un loro controparziale prima dell’intervallo. Nel terzo quarto siamo andate a +5, il nostro massimo vantaggio, ma loro ci hanno ripreso grazie a Cupido e Maggi; poi con continui cambi di difesa e ampio uso di zona 2-3 ci hanno messo in difficoltà nel quarto periodo riuscendo ad andare via. C’è soddisfazione per la capacità di tenere il campo le numerose Under18 che abbiamo schierato. Ora cerchiamo di recuperare dai tanti acciacchi ed infortuni per le prossime partite e soprattutto essere al meglio per i playoff.”

UN GRANDE GRAZIE AGLI OSPITI DELLA SERATA: FRANCIA CATENE E WILLY THE KING GROUP - HAPPY HAND!

La partita è stata dedicata a Francia Catene, azienda storica del territorio bolognese e leader nel campo delle trasmissioni meccaniche, in cui la catena a rulli è diventato sinonimo del nome Francia. Francia Catene è sponsor di Magika Pallacanestro e siamo stati onorati di aver i due fratelli Ennio e Stefano Francia come ospiti.



Altro grande piacere è stato avere tra gli ospiti William Boselli, Willy per tutti, e Lorenzo Sani che con l’associazione Willy The King Group e il progetto Happy Hand diffondono il messaggio di inclusione sociale attraverso lo sport e tante altre attività. Alcune maghette quali Federica Brunetti, Carlotta Gianolla e Katerina Pazzaglia erano già state protagoniste di una tappa di Happy Hand e stavolta all’intervallo del match lo sono stati anche alcuni bambini del pubblico che hanno tirato e fatto canestro da seduti!






 
Torna ai contenuti | Torna al menu