News-183 Magika Pallacanestro Castel San Pietro - Magika Pallacanestro Castel San Pietro Terme

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
21 ottobre 2017

INTERVISTA DOPPIA A GRETA LIPPARINI E BIANCA EVANGELISTI

A poche ore dall'esordio stagionale, ecco che presentiamo le ultime due atlete.. ormai una "coppia che scoppia" quindi si può fare meglio di un intervista doppia? Ovviamente no!
E allora ecco il Dynamic Duo biancoblu! Altri due graditi ritorni.. Diamo il benvenuto a Greta Lipparini e Bianca Evangelisti!
1) Ciao ragazze.. di ritorno dopo buone stagioni alla Pol. Lame, avete deciso di rivestire la maglia biancoblu. Cosa vi ha spinto di nuovo verso Castel San Pietro e la Magika?
GL: L'idea di un progetto solido, che possa dare un futuro al vivaio femminile di castello e soprattutto tutelato da un rinnovato apparato dirigenziale. In un momento di decadenza del basket in rosa, riportare una prima squadra in un luogo dove la tradizione è sempre stata forte. credo possa avere un buon impatto sul movimento a livello locale.
BE: Per me, oltre agli obiettivi del progetto e della sua linea verde, le motivazioni principali sono varie ed importanti. Prima fra tutte, le certezze che questo progetto ha da offrire. Da una parte, la solidità di un gruppo unito da tanti anni, che ha una voglia comune di giocare e lottare sempre stando tutte unite. dall'altra la certezza di un coach e di uno staff tecnico che nelle esperienze passate hanno sempre dimostrato di potermi affidare a loro per il mio percorso di crescita.
2) Una squadra da battaglia che proverà a trasformare la propria gioventù in un arma. Cosa porterà il vostro innesto in squadra?
GL: Credo che la nostra forza non venga dai singoli ma dalla solidità del gruppo. il nostro compito è quello di tutelarla affinché resista; soprattutto nei momenti difficili una squadra unita fa la differenza. In un campionato imprevedibile come la Serie C bisogna dimostrare sul serio di essere una "squadra da battaglia". Al di là di tecniche e tattiche, alla fine vince chi ha più grinta, più fame e più concentrazione. Siamo giovani, quest'anno ci è richiesto un salto di maturità nella visione e nella amministrazione del gioco, questa sarà la vera sfida della stagione!
BE: Tutte le mie energie e capacità per arrivare il più in alto possibile. Ho molta fiducia nelle potenzialità del nostro gruppo, e per questo motivo voglio alimentarlo in ogni modo, lavorando sodo dentro e fuori dal campo, cercando di accompagnare le ragazze più giovani nelle loro difficoltà che fino a poco tempo fa erano anche le mie..
3) Tra poche ore inizierà il campionato. Le prime amichevoli hanno attirato curiosità e un po' di pubblico al seguito della squadra. Che effetto vi fa tornare al PalaFerrari? Cosa pensate dovrà fare la squadra per riportare il pubblico al palazzetto?
Entrambe: Sicuramente è un piacere giocare su un parquet che ha tante storie da raccontare, in un palazzetto in cui gli anni scorsi entravamo per "sederci" e fare il tifo per le nostre amiche e compagne. Quest'anno dovremo abituarci a stare dall'altra parte delle transenne e per poter riavvicinare la gente è nostro compito riuscire a rievocare l'interesse che spingeva noi stesse ad entrare al PalaFerrari tutte le settimane, che fosse la partita o un singolo allenamento. Non sarà facile ma ora tocca a noi, e abbiamo enorme fiducia nelle nostre potenzialità: non saremo forti, ma siamo molto simpatiche!!
 
Torna ai contenuti | Torna al menu