News-231 - Magika Pallacanestro Castel San Pietro Terme

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
14 dicembre 2018

MAGIKA SCONTRO SALVEZZA SFUMATO AL SUPPLENTARE

Magika - Finale Emilia 50 - 52 dts
(3-15; 21-23; 36-28; 45-45)

Magika: Tintorri 7, Venturoli 11, Ventimiglia 5, Zuffa ne, Penna, Salvadego 3, Bellandi 6, Venturi 6, Bergami 1, Evangelisti 5, Fabulli, Melloni 6. All. Cilfone Ass. Migliori e Giordano

Finale Emilia: Goldoni 11, Zussino 11, Benedusi 6, Pincella 6, Todisco 10, Angelini 2, Sacchetti 3, Bocchi 2, Malaguti 1. All. Bregoli.

Scontro salvezza che va in scena al PalaFerrari tra la Magika e la Royal Basket. Pronti via ed è subito un monologo ospite, con le castellane totalmente fuori ritmo offensivo ma soprattutto distratte e superficiali in difesa. Pincella e Todisco colpiscono dalla distanza, e in un amen il punteggio è 0-10 con Cilfone costretto al timeout dopo solo 3' di partita. Bellandi sblocca le castellane ma è un fuoco di paglia, perché il quarto finisce con 12 lunghezze da recuperare (1/15 al tiro dal campo).
Sembra l'inizio di un lungo incubo, complici anche gli infortuni in rapida successione di Penna e Fabulli ed invece le ragazze di coach Cilfone tirano fuori le unghie. Venturi e Venturoli guidano l'attacco che ritrova brillantezza e fluidità, ma è la difesa che finalmente torna ad essere graffiante, concedendo 8 punti alle ospiti e arrivando a sole due lunghezze di ritardo all'intervallo.
Nel terzo quarto è ancora la difesa che fa la differenza, creando contropiedi e tiri dalla distanza con la solita Venturoli e Tintorri, e Magika vola sul +8. Sembra davvero un altra partita, ma gli ingranaggi si inceppano nuovamente, e la "garra" difensiva sparisce nuovamente, permettendo alle ragazze di coach Bregoli di rientrare in partita e di effettuare il sorpasso sul 43-45 con il canestro di Goldoni a 24" dal termine a cui risponde capitan Bellandi. Una buona difesa delle castellane e minuto chiesto dal coach delle biancoblu; Magika rimette dopo il timeout in zona d'attacco, non trovando sbocchi fino alla preghiera lanciata sulla sirena dei 14" da Bergami che trova il fondo del secchiello. L'arbitro, consultandosi con l'ufficiale di campo annulla il canestro (…….) e un altra difesa da manuale delle padrone di casa manda tutti all'overtime. 5 minuti di grande equilibrio con le ospiti sempre avanti fino al 50-49 a 50" dal temine col sorpasso dalla lunetta firmato da Melloni. Un canestro acrobatico di Todisco riporta avanti Finale Emilia, Magika si affida a Bellandi che però sbaglia da due punti; fallo sistematico e 1/2 dalla lunetta per Malaguti che porta il punteggio sul 50-52, che non cambierà sul tiro allo scadere di Melloni che non tocca il ferro.
Rimane grande amarezza per la sconfitta e per un episodio quantomeno controverso che l'ha decisa, ma rimane rammarico per il primo quarto totalmente regalato e per una percentuale drammatica dai liberi (13/34) che ha regalato due punti importantissimi a Finale Emilia.
Ora due partite proibitive ci aspettano, entrambe in trasferta, con BSL e Tigers Parma, che navigano in acque ben diverse da quelle della corsa salvezza.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu