News-236 - Magika Pallacanestro Castel San Pietro Terme

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
18 febbraio 2019

PESANTE VITTORIA PER LA MAGIKA

Magika - Valtarese 54 - 50
(16-15; 25-30; 42-44)

Magika: Tintorri, Venturoli 7, Ventimiglia 3, Zuffa ne, Penna 10, Salvadego 2, Bellandi 10, Venturi 3, Bergami 6, Evangelisti 2, Fabulli 8, Melloni 3. All. Cilfone Ass. Migliori e Giordano

Valtarese: Piscina 7, Vignali ne, Bozzi 11, Ferrari ne, Pallotta 11, Gonzato 4, Marchini 4, Ferrari 5, Fatadey 8, Triani. All. Scanzani

Vittoria pesantissima delle maghette che riescono anche a ribaltare la differenza canestri e agganciano in classifica la compagine di coach Scanzani. Primo quarto ben giocato da ambo le parti, con Valtarese che poggia il gioco sulla coppia di lunghe Pallotta-Fatadey, mentre le padrone di casa cercano ritmo con buone soluzioni sia di Bellandi che di Venturoli. L'ingresso di Marchini porta nuova linfa alle ospiti che provano ad allungare prima che Penna e Melloni dalla panchina mettano la freccia per il primo sorpasso Magika che resiste fino alla prima sirena. Bozzi e Piscina guidano l'attacco parmense segnando a ripetizione nella seconda frazione, mentre le padrone di casa faticano a trovare la via del canestro, e all'intervallo accusano 5 lunghezze di ritardo. Il terzo quarto sembra l'inizio di un film horror; palle perse e svarioni difensivi della Magika permettono a Valtarese la fuga che sembra decisiva: sulla bomba di Ferrari il punteggio indica 30-40 e timeout immediato di coach Cilfone. La strigliata serve a dare una reazione decisa delle maghette che confezionano un gioco da 3 punti di Ventimiglia e alla salita in cattedra di Penna che mette a segno 7 punti nel quarto e porta le sue compagne di nuovo a contatto sul 42-44. Valtarese però non si arrende e la bomba di Bozzi seguita dal canestro di Pallotta portano le ospiti sul +8 a 7' dal termine. Sembra un finale già visto, con un divario destinato ad ampliarsi, ed invece le maghette tirano fuori una super Fabulli che spazza via le lunghe ospiti e davanti segna canestri di importanza vitale. È ancora il cambio di intensità difensiva che spinge la Magika al riaggancio a quota 48, prima che Piscina porti avanti di due lunghezze le ospiti; le Biancoblu chiudono le maglie in difesa, trovano soluzioni ottime in attacco con la bomba di Bergami che permette il sorpasso, seguita dal libero di Venturoli. A 20" dalla fine si guarda anche alla differenza canestri, con il canestro di Bellandi che a 3" dal termine mette in ghiaccio la partita e regala due punti pesantissimi alle castellane
 
Torna ai contenuti | Torna al menu